Il rosario è un modo di leggere il Vangelo durante il quale si prega, infatti, consiste nella meditazione dei vari misteri della salvezza, che sono proposti, intercalati dalla recita del Padre Nostro, delle 10 Ave Marie e del Gloria, per:

 

 

* contemplare Cristo con Maria,

 

ricordare Cristo con Maria,

 

* imparare Cristo da Maria,

 

* conformarsi a Cristo con Maria,

 

* supplicare Cristo con Maria,

 

* annunciare Cristo con Maria.

 

 

 

Le origini di questo grande tesoro della Chiesa intera nonché, quindi, della pietà popolare scaturiscono da un lungo contesto di maturazione ecclesiale. Infatti per secoli si era andati alla ricerca di una forma di preghiera che allo stesso tempo formasse gli oranti... formazione che nel rosario si ricevere dalla meditazione dei misteri offerti visivamente. Preghiera e meditazione che costituiscono quindi due elementi essenziali ed inscindibili.

Nota degna di sottolineatura: la Tradizione ci svela che questo cammino di maturazione sia stato condotto e giunto a compimento per l’intervento della Madre Celeste.

Grande emozione è per noi Domenicani quando si parla del santo rosario: preghiera nata dal cuore, dalla spiritualità e dalla predicazione dell’Ordine dei Frati Predicatori, essa è “carne della nostra carne e osso delle nostra ossa”. Ne siamo custodi "gelosi", chiamati a questa responsabilità dalla stessa Madre Chiesa.

 

Se ti interessa approfondire maggiormente

clicca qui